L’odore del caffè per dare il benvenuto nella Capitale.

Questo è l’intento di Vittorio Trombetta, quando, nel 1890, apre la sua torrefazione di caffè sfuso in via Marsala, nel pieno centro di Roma. Si trova davanti all’uscita della stazione Termini, da cui transitano ogni giorno migliaia di persone. 

Il caffè diventa quindi il simbolo del benvenuto nella città, qualcosa che chi arriva non vede l’ora di concedersi, una coccola dopo un lungo viaggio. E la torrefazione di Vittorio Trombetta diventa un punto di incontro, di convivialità per romani e turisti, dove poter dedicare pochi minuti a se stessi, gustando un ottimo caffè espresso.

La storia del Caffè Trombetta

L’attività commerciale del Caffè Trombetta ha dunque inizio nel 1890. Nel corso degli anni la sua popolarità cresce esponenzialmente, così come il giro d’affari. Negli anni ’60, il nipote di Vittorio Trombetta, Giorgio, subentra a capo dell’azienda. Tra i suoi provvedimenti, lo spostamento della produzione in quello che ancora oggi è lo stabilimento produttivo del Caffè Trombetta, nell’area industriale di Pomezia, in provincia di Roma.

La visione di Giorgio Trombetta si esprime nello sviluppo di un’azienda moderna ed efficiente, dove l’innovazione è all’ordine del giorno e l’investimento sulla qualità delle materie prime è la colonna portante del business. In questa prospettiva, Il Caffè Trombetta è uno dei primi a diffondere nel mercato il confezionamento sottovuoto, metodo che permette di preservare in modo intatto le qualità organolettiche della miscela di caffè macinato.  Questo tipo di imballaggio consente di gustare il Caffè Trombetta sempre al meglio della sua espressione.

Il caffè secondo Caffè Trombetta 

La passione per il mondo del caffè della famiglia Trombetta ha dato vita ad una storia  lunga oltre 130 anni. Da vero leader nel mercato del caffè, Trombetta seleziona sempre le migliori tipologie di chicchi di caffè di alta qualità, tostandole secondo tradizione e macinandole con cura, preservandone l’aroma originario.

Le diverse varietà di caffè vengono selezionate dalle migliori piantagioni, che vanno dal Sud America, all’America Centrale, all’Africa, fino all’Asia, in una filiera che viene perfettamente controllata e analizzata in ogni fase. Le principali varietà in commercio sono l’Arabica, dal chicco allungato e dal gusto dolce, e la Robusta, dal chicco più tondo e dal sapore più forte. 

Il know-how della produzione del Caffè Trombetta viene tramandato di generazione in generazione, seguendo una ricetta ben precisa per il processo di tostatura che permette ai chicchi di caffè di offrire i propri intensi aromi. Rispettando accuratamente questo disciplinare, il Caffè Trombetta è pronto per essere confezionato e venduto, sotto forma di grani o già macinato, ma anche in cialde o capsule.

Il caffè Trombetta oggi

Oggi  il caffè Trombetta è commercializzato dal Consorzio del Sao Café e rappresenta un’importante realtà industriale a livello internazionale. Il Caffè Trombetta è infatti venduto, oltre che in Italia, nei principali mercati esteri, con una capacità produttiva annuale di oltre 6.000 tonnellate. 

Caffè Trombetta continua ad investire sull’innovazione tecnologica e pone una particolare attenzione agli aspetti etici del business, adottando un codice etico che garantisce l’integrità delle proprie relazioni commerciali. Orgoglioso della propria espansione internazionale, da oltre 130 anni il Caffè Trombetta continua a rimanere il punto di riferimento per chi arriva nella Capitale. E il caffè di benvenuto a Roma per eccellenza, da gustare nell’omonimo bar, oggi divenuto uno dei locali più noti del centro. L’ideale per iniziare al meglio la giornata.