Rebus all’Esquilino sulla questione cassonetti.
Pare che per motivi di sicurezza i raccoglitori dei rifiuti originariamente installati in Piazza Dante siano stati spostati e riposizionati nel rione XV senza alcuna programmazione preventiva. Così sostano abusivamente o senza criterio su aree interdette, come ad esempio le zone di sosta tariffata davanti ai negozi.
“Sto cercando di risolvere alcuni problemi che riguardano le attività associate a Botteghe Romane – spiega il presidente Enrico Corcos -; se è vero che Piazza Dante, dove da anni sono in corso i lavori di ristrutturazione di una sede importante, diventerà pedonale, vorrei sapere dall’Assessore alla Mobilità quali soluzioni intende adottare per il parcheggio dei residenti. Inoltre vorrei capire chi ha deliberato lo spostamento apparentemente casuale dei cassonetti della piazza, che oggi fanno la propria comparsa nelle strade vicine. Su via Emanuele Filiberto, ad esempio, vanno ad ostacolare sia la sosta tariffata sia la zona di carico e scarico merci degli esercizi commerciali. In qualità di Presidente di un’associazione che rappresenta diverse attività commerciali, chiederò spiegazione a chi di dovere”.

wvtag('wordpress', true);