L’attività al civico 208 di via Merulana è sempre stata una farmacia, gestita dagli anni Settanta dalla famiglia Pagano e oggi dai fratelli Mariano Paolo e Luca. Quest’ultimo è cresciuto tra i banchi e le scatole di medicine e oggi ci parla dell’attività che è un punto di riferimento per il rione Esquilino.

Come è cambiato il suo settore di riferimento in quarant’anni?
È cambiata la farmacia come negozio, non come istituzione in sé. Una volta si entrava da noi per necessità, per acquistare il medicinale che prescriveva il dottore. Oggi si può trovare di tutto, non solo farmaci.

Si offrono anche tanti servizi come il controllo della pressione, dell’udito…
Sì certo. Abbiamo poco spazio ma lo facciamo anche noi, comunicandolo alla clientela abituale o visivamente o sul web attraverso gli annunci sui social che sono un mezzo molto utile per raggiungere tante persone.

Immagino che entrerà gente di ogni tipo per chiedere qualsiasi cosa…
Sì non si entra più in farmacia con quel senso di referenza che si aveva una volta nei confronti del dottore. Oggi il camice che indossiamo è un motivo in più per spingere la gente a fare domande su tutto ciò che riguarda la salute. Ci si vergogna meno a chiedere e continuiamo ad essere un punto di riferimento su tante questioni anche perché qui non si aspetta e non si riceve per appuntamento come negli studi medici ma si è sempre a disposizione del prossimo.

Visto che siamo in tema di influenza, cosa consiglia a tutti i romani che sono a letto o rischiano di finirci presto?
Un’ovvietà, solitamente difficile da fare: fermarsi, riposarsi e restare a letto al caldo. Oggi invece ci si bombarda di farmaci per non interrompere il ritmo frenetico della vita quotidiana e non va assolutamente bene.

Poi qualcuno esagera e magari chiede medicinali senza prescrizione cercando di forzare la mano del farmacista
Si esatto; ormai per esempio si chiedono antibiotici per un nonnulla e l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha comunicato che esiste un’emergenza mondiale sulle antibiotico-resistenze. Si prendono questi farmaci per qualsiasi cosa, anche per poche linee di febbre. Io li vendo solo su prescrizione e non li consiglio mai, in caso di influenza. C’è un accesso al farmaco pazzesco a cui tentiamo di porre un freno, perché c’è una voglia di “buttarsi dentro” qualunque cosa piuttosto di star bene e di stare in piedi da non credere. Anche i medici sono sotto pressione ma se dicono che non c’è bisogno di medicine, non bisogna prenderle.

Che ne pensa della questione vaccini?
I vaccini servono. Mi sembra assurdo mettere in discussione le regole di sempre che, scienza alla mano, hanno portato ottimi risultati e messo in sicurezza la popolazione mondiale. Se si vuole vivere in un contesto sociale le regole vanno accettate. Altrimenti si può scegliere un’esistenza diversa ma prendersi le responsabilità delle proprie azioni.

Un’opinione sul rione Esquilino?
Che peccato, è ormai senza controllo, come tutta la città. Fortunatamente c’è una sorta di rivalsa da parte dei cittadini che si ribellano alle storture che Roma ci propone ogni giorno.

Info

FARMACIA COLLE OPPIO
Dott. Mariano Paolo Pagano e Luca Pagano
Via Merulana, 208 – 00185 Roma
Tel. +39 06 70453923
Email: farmaciacolleoppio@libero.it
Sito: www.farmaciacolleoppio.it

Mappa

Farmacia Colle Oppio

Via Merulana, 208 – 00185 Roma

Pin It on Pinterest