L’associazione Botteghe Romane si unisce all’abbraccio che la città di Roma ha restituito oggi a un suo cittadino illustre, Carlo Vanzina.
Insieme al nostro caro amico, il fratello Enrico, ha saputo descrivere in maniera acuta e dissacrante le caratteristiche dell’italiano medio, senza paura di sottolinearne meschinità e malinconie, vizi e volgarità.
In momenti di perdita come questi, qualsiasi parola per ricordare un grande regista potrebbe sembrare banale o insufficiente.
Ecco perché, nell’esprimere la nostra vicinanza ad Enrico e a tutta la famiglia, ci piace salutare Carlo con le parole del fratello, colme di amore vero, affidate a una lettera pubblicata da Il Messaggero:

https://www.tpi.it/2018/07/09/carlo-vanzina-lettera-enrico/

 

 

 

wvtag('wordpress', true);