Marrone dei Monti Cimini

Il Marrone dei Monti Cimini è un frutto della specie Castanea sativa. Il riccio contiene quasi sempre tre frutti di pezzatura media e di forma ellittica, dalla polpa dolce e saporita.

Il territorio dei Monti Cimini rappresenta un luogo storicamente dedicato alla castanicoltura; la specie si è diffusa a tal punto da entrare a far parte integrante del paesaggio. Marroni e castagne della zona sono caratterizzati dalla polpa dolce e saporita.

Cenni storici sul Marrone dei Monti Cimini

Ogni anno, nel mese di ottobre, si tengono le “giornate della castagna”. L’aria profuma di legna bruciata sui grandi falò che si allestiscono per cuocere le caldarroste. Sin dal Medioevo, nella zona erano presenti vecchie costruzioni a due piani, chiamate “metati” o “raticci”, in cui le castagne venivano essiccate.

In tutto il territorio laziale, ad oggi, marroni e castagne costituiscono un tipico street food invernale, ma anche un tradizionale momento di raccoglimento familiare.